Spezie: gusto e salute

Spezie: gusto e salute

Le spezie sono importanti alleati in cucina, non solo esaltano e danno carattere alle pietanze, ma sono anche preziose per la nostra salute.

Usare più spezie a tavola aiuta a ridurre la quantità di sale e ci permette di sfruttare i principi attivi che contraddistinguono ognuna di loro.

Scopriamo perché.

Le spezie sono ricche di fitochimici, molti dei quali sono composti biologicamente attivi con potere antiossidante e antinfiammatorio; possono inoltre contenere oli essenziali, minerali e vitamine, micronutrienti indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo.

Il loro consumo infatti, nel contesto della dieta mediterranea, è il miglior alleato per combattere a tavola lo stress ossidativo e ridurre l’infiammazione cronica che è ormai alla base di numerose patologie.

Provare ad insaporire le pietanze con le spezie è una buona abitudine per la nostra salute, quindi perché non sfruttarle al meglio?

Il Natale è alle porte e cosa c’è di più natalizio del profumo di zenzero e cannella?

Andiamo a vedere nel dettaglio le loro caratteristiche:

Zenzero

Lo zenzero è una pianta appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae (la stessa di cardamomo e curcuma) ed è originaria dell’India e dell’Asia tropicale.

Zenzero fresco e in polvere

In commercio si può facilmente trovare essiccato e ridotto in polvere, fresco, disidratato o candito.

Come per la curcuma, anche dello zenzero si utilizza la radice in quanto ricca di gingeroli, molecole con una moderata azione antipiretica, analgesica e antinfiammatoria: con un meccanismo simile a molti farmaci, i gingeroli sono capaci di inibire la cicloossigenasi e la 5-lipoossigenasi, due enzimi che portano alla formazione di molecole infiammatorie.

Lo zenzero è inoltre utile come antiemetico, quindi in situazioni di vomito e nausea:attenzione in gravidanza! É consigliato non superare la dose di 5g di zenzero al giorno.

Cannella

La cannella, così come le altre spezie, ha importanti proprietà benefiche.

Viene ricavata dall’essiccazione della parte più interna della corteccia e in commercio si può trovare sotto forma di bastoncini o polvere.

Le varianti più diffuse sono:

Cannella in stecche

• Cinnamomun zeylanicum (nota anche come cannella Ceylon), nativa dello Sri Lanka, più pregiata e più costosa;

• Cinnamomum cassia, più economica e originaria della Cina, caratterizzata da un aroma più secco.

Numerosi studi hanno evidenziato molti effetti benefici, tra cui quello antimicrobico, antinfiammatorio e antiossidante; forse però la proprietà più importante e interessante della cannella, è la riduzione significativa dei livelli di glucosio nel sangue nei soggetti pre diabetici (Journal of the Endocrine Society).

Infine è ricca di calcio ed è in grado di migliorare la digestione e di stimolare la circolazione.

Prova ad insaporire le pietanze con le spezie, è una buona abitudine!

Biscotti speziati di Natale

Ingredienti:

  • 250 g di farina di farro
  • 80 g di zucchero di canna integrale
  • 60 ml di acqua fredda
  • 60 ml di olio di semi
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere 1 pizzico di sale

Procedimento:

Sciogliere lo zucchero nell’acqua. Aggiungere olio, cannella, zenzero, il pizzico di noce moscata e il sale. Mescolare bene. Aggiungere la farina e il lievito, mescolare bene e creare un impasto liscio con le mani. Fare riposare l’impasto per circa mezz’ora in frigo. Stendere l’impasto su un piano infarinato e tagliare i biscotti.

Cuocere in forno preriscaldato con modalità statica a 180° per 10 minuti.

Share this post

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart